Neurologia
Reumatologia
Ematologia.net

Associazione tra chirurgia bariatrica e sopravvivenza a lungo termine


Un crescente numero di evidenze suggerisce che la chirurgia bariatrica migliori la sopravvivenza nei pazienti con grave obesità, ma la ricerca tra i veterani non ha mostrato alcuna evidenza di beneficio.

È stata esaminata la sopravvivenza a lungo termine in un'ampia coorte di pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica, rispetto a pazienti di controllo abbinati; nello studio retrospettivo di coorte sono stati identificati 2.500 pazienti ( 74% uomini ) sottoposti a chirurgia bariatrica nei Centri bariatrici Veterans Affairs ( VA ) nel periodo 2000-2011 e sono stati abbinati a 7.462 pazienti di controllo con stratificazione per età, sesso, regione geografica, indice di massa corporea, diabete e Diagnostic Cost Group.
È stata confrontata la sopravvivenza tra i pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica e i controlli appaiati.

Le procedure bariatriche hanno compreso per il 74% bypass gastrico, 15% gastrectomia a manica, 10% bendaggio gastrico regolabile e 1% altro.

La principale misura di esito era la mortalità per tutte le cause a dicembre 2013.

I pazienti chirurgici ( n=2.500 ) avevano un'età media di 52 anni e un indice di massa corporea ( BMI ) medio di 47.
I pazienti di controllo abbinati ( n=7.462 ) avevano un'età media di 53 anni e un indice BMI medio di 46.

Alla fine del periodo di studio di 14 anni, ci sono stati in totale 263 morti nel gruppo chirurgico ( follow-up medio, 6.9 anni ) e 1.277 decessi nel gruppo di controllo ( follow-up medio, 6.6 anni ).

La stima dei tassi di mortalità è stata del 2.4% a 1 anno, 6.4% a 5 anni e 13.8% a 10 anni per i pazienti chirurgici; per i pazienti di controllo abbinati, 1.7% a 1 anno, 10.4% a 5 anni e 23.9% a 10 anni.

Le analisi aggiustate non hanno mostrato alcuna significativa associazione tra chirurgia bariatrica e mortalità per tutte le cause nel primo anno di follow-up ( hazard ratio aggiustato, HR=1.28, ma mortalità significativamente più bassa dopo 1-5 anni ( HR=0.45 ) e 5-14 anni ( HR=0.47 ).

I rapporti a medio termine ( più di 1-5 anni ) e a lungo termine ( più di 5 anni ) tra la chirurgia e la sopravvivenza non sono risultati significativamente differenti nei sottogruppi definiti da diagnosi di diabete mellito, sesso e periodo di intervento chirurgico.

In conclusione, tra i pazienti obesi che ricevono cure nel sistema sanitario dei Veterans Affairs, quelli sottoposti a chirurgia bariatrica rispetto ai pazienti di controllo abbinati che non hanno avuto un intervento chirurgico hanno presentato una più bassa mortalità per tutte le cause a 5 anni e fino a 10 anni dopo la procedura.
Questi risultati forniscono ulteriori prove di un rapporto vantaggioso tra chirurgia e sopravvivenza che è stato dimostrato in popolazioni più giovani e prevalentemente femminili. ( Xagena2015 )

Arterburn DE et al, JAMA 2015;313:62-70

Endo2015 Chiru2015



Indietro