XagenaNewsletter
Xagena Mappa
Medical Meeting
Gastrobase.it

Eventi avversi a lungo termine dopo gastrectomia a manica o bypass gastrico


Stanno sorgendo preoccupazioni per gli eventi avversi tardivi a seguito di bypass gastrico e gastrectomia a manica.
Sono stati valutati, per un periodo di 7 anni, gli eventi avversi tardivi dopo bypass gastrico e gastrectomia a manica rispetto ai gruppi di controllo abbinati.

In uno studio di coorte nazionale, osservazionale, basato sulla popolazione, sono stati utilizzati i dati estratti dal database francese di assicurazione sanitaria nazionale ( Système National des Données de Santé ).
Tutti i pazienti sottoposti a bypass gastrico o gastrectomia a manica in Francia nel 2009, ad eccezione di quelli che avevano subito un intervento di chirurgia bariatrica nei precedenti 4 anni prima dell'inclusione, sono stati abbinati a pazienti di controllo con obesità abbinati per età, sesso, categoria di indice di massa corporea ( BMI ), terapia antidiabetica al basale e terapia insulinica basale.

I criteri di esclusione per il gruppo di controllo includevano il tumore, la gravidanza, le malattie infettive croniche, le malattie gravi acute o croniche nel periodo 2008-2009 o precedenti ( 2005-2009 ) o con chirurgia bariatrica prossima ( 2010-2011 ).

Il tasso di incidenza è stato calcolato per ciascun tipo di evento avverso che ha portato al ricovero ospedaliero per un periodo di 7 anni; sono stati calcolati i rapporti del tasso di incidenza per confrontare il tasso di complicanze tra i gruppi di chirurgia bariatrica e di controllo.

Da gennaio a dicembre 2009, 8.966 pazienti sottoposti a chirurgia bariatrica ( 7.359 donne, 82%; età media 40.4 anni ) e 8.966 controlli corrispondenti ( 7.359 donne, 82%; età media 40.9 anni ) sono stati inclusi nelle analisi; 4.955 su 8.966 pazienti ( 55% ) nel gruppo di chirurgia bariatrica avevano subito un bypass gastrico primario e 4.011 ( 45% ) pazienti avevano subito gastrectomia a manica.

Con un follow-up medio di 6.8 anni, la mortalità è stata inferiore nel gruppo di bypass gastrico rispetto al gruppo di controllo ( hazard ratio, HR= 0.64; P minore di 0.0001 ) e nel gruppo di gastrectomia a manica rispetto al gruppo di controllo ( 0.38; P minore di 0.0001 ).

I gruppi di bypass gastrico e gastrectomia a manica hanno presentato un rischio più elevato rispetto ai gruppi di controllo per la chirurgia invasiva gastrointestinale o l'endoscopia ( incidence rate ratio, IRR=2.4, P minore di 0.0001, per bypass gastrico vs controllo e 1.5, P minore di 0.0001, per gastrectomia a manica vs controllo ); per disturbi gastrointestinali che non portano a procedure invasive ( 1.9, P minore di 0.0001, per bypass gastrico vs controllo e 1.2, P minore di 0.0001, per gastrectomia a manica vs controllo ); e per disturbi nutrizionali ( 4.9, P minore di 0.0001, per bypass gastrico vs controllo e 1.8, P minore di 0.0001, per gastrectomia a manica vs controllo ).

Per i disturbi psichiatrici, non vi è stata alcuna associazione significativa ( 1.1, P=0.190, per bypass gastrico vs controllo e 1.1, P=0.645, per gastrectomia a manica vs controllo ), ad eccezione del bypass gastrico e della dipendenza da alcol ( 1.8, P=0.0124 ).

Nonostante la inferiore mortalità a 7 anni, i pazienti sottoposti a bypass gastrico o gastrectomia a manica avevano un rischio più elevato di ricovero ospedaliero almeno una volta per eventi avversi tardivi, ad eccezione dei disturbi psichiatrici, rispetto ai pazienti di controllo, con un rischio più elevato osservato dopo bypass gastrico rispetto alla gastrectomia a manica. ( Xagena2019 )

Thereaux J et al, Lancet Diabetes & Endocrinology 2019; 7: 786-795

Gastro2019 Chiru2019



Indietro