Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Gastrobase.it

Uno studio ha valutato l’effetto della chirurgia bariatrica sulle adipochine periferiche, sui parametri renali e su altri fattori di rischio. Un totale di 70 adulti fortemente obesi, di cui 41 d ...


L’obesità è un fattore di rischio per lo sviluppo di calcoli biliari, ma anche una rapida perdita di peso può essere un fattore di rischio. Ricercatori dell’Albert Sch ...


Molte procedure sono state proposte negli ultimi 25 anni nel trattamento dell’obesità. Nei pazienti che non incontrano i criteri della chirurgia bariatrica, il palloncino intragastrico pu ...


I meccanismi mediante i quali il gene calpaina-10 ( CAPN 10 ) influenza il rischio di diabete di tipo 2 non è stato ben definito. Ricercatori della Kuopio University ( Finlandia ) hanno esamina ...


Nel 1995, gli endocannabinoidi sono stati definiti come sostanze endogene capaci di legarsi ai recettori dei cannabinoidi e di attivarli. Ad oggi, due endocannabinoidi, Anandamide e 2-AG, tutti deriva ...


Lo studio Renfrew-Paisley ha esaminato le conseguenze cardiovascolari nel lungo periodo dell’obesità. Lo studio ha riguardato 15.402 individui di età compresa tra 45 e 64 anni, abi ...


Il peso corporeo eccessivo è un importante determinante di malattia cardiovascolare,ma la relazione tra eccesso di peso, la sua distribuzione e l’ictus è ancora da chiarire.Presso ...


L’indice di massa corporea ( BMI ) e l’adiposità addominale elevate aumentano il rischio di malattia cardiovascolare nelle persone prive di queste malattie, ma l’impatto progn ...


Studi basati sulla popolazione hanno documentato un’associazione tra obesità e l’aumento di incidenza di asma nelle donne. Uno studio prospettico, condotto presso la Ottawa Univer ...


Molte persone, soprattutto negli Usa , assumono il Topiramato per perdere peso, grazie al suo effetto di ridurre l’appetito.Il Topiramato è un farmaco che trova indicazione nel trattamento dell’epiles ...


La Sibutramina ( Reductil ) è un farmaco antiobesità. Trova indicazione nei pazienti con indici di massa corporea maggiore o uguale a 30 kg/m2, o quelli con BMI maggiore o uguale a 27 kg/m2 se oltr ...


La dieta a basso contenuto di carboidrati è molto diffusa, tuttavia non c’è evidenza della sua efficacia e della sua sicurezza. E’ stata compiuta una ricerca bibliografica che ha preso in conside ...


Lo scopo dello studio PRIME è stato quello di valutare l’effetto combinato di ipertensione e dell’indice di massa corporea (BMI) sul rischio di malattia coronarica. Lo studio prospettico ha coinvol ...


L’aumento di peso corporeo è un comune effetto indesiderato di alcuni farmaci antipsicotici. L’aumento di peso può essere dovuto ad un aumento dell’appetito per un’interazione del farmaco con i s ...


L’ obesità medio-grave e grave, rilevabile tramite l’indice di massa corporea ( BMI a partire da 35 ) , sembra essere abitualmente più correlata al rischio cardiovascolare che non alla possibilità ...